3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Crescita tumorale e stato generale

Crescita tumorale e stato generale

ulivoLe malattie tumorali sono le più disparate e dal comportamento assai variegato.

A seconda del distretto corporeo di insorgenza e della loro diffusione nell'organismo variano per sintomatologia e danno arrecato all'organismo stesso. Spesso il paziente ed i familiari si chiedono perchè un tumore anche voluminoso non da sintomatologia eclatante.

E' senza dubbio opportuno fornire risposta a questa legittima domanda. Le neoplasie disturbano l'organismo ospite con due modalità essenzialmente: per effetto massa e per la produzione di sostanze che alterano i normali equilibri (omeostasi).

Se la massa non comprime strutture vitali o cresce in organi con abbondante riserva funzionale ecco che la sintomatologia si può presentare sfumata e le condizioni generali del paziente apparire buone.

Per converso se la neoplasia ha una elevata attività metabolica (cioè ruba enormemente risorse all'organismo) e produce sostanze che avvelenano progressivamente il corpo ecco che il paziente si presenta sfibrato, notevolmente defedato. I trattamenti oncologici pertanto anche quando non ottengono una riduzione documentabile delle masse ma offrono una stabilità possono comunque diminuire l'attività delle cellule malate dando un notevole sollievo all'organismo.

Risultato pregevole quindi è talvolta anche la semplice stabilizzazione di malattia; tendendo sempre più alla tanto agognata cronicizzazione di una delle malattie più temibili del nostro tempo.


Dr. Carlo Pastore

  Prenota visita