3319584817 - 3911216046
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Cromogranina alta e problemi intestinali e toroide

Cromogranina alta e problemi intestinali e toroide 11 Mesi 22 Ore fa #2411

  • Myrry
  • Avatar di Myrry
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Gentile dottore,
scrivo per chiedere un parere sulla situazione del mio fidanzato. Sono ormai 2 mesi che combattiamo. Tutto è iniziato il 20 luglio con dei problemi intestinali e dolori al basso ventre. Il medico di famiglia prescrive Normix per 3 giorni. La situazione tuttavia non è andata migliorando e anzi sono sopraggiunti altri sintomi come dolore testicolare. A quel punto il mio fidanzato si è recato da un andrologo che ha ipotizzato una infiammazione alla prostata (anche se questa non risultava ingrossata o modificata) e gli ha prescritto 3 cicli di zitromax associati a omeoprazolo e fermenti lattici. Dopo 15 giorni i sintomi si sono attenuati ma non sono rientrati, anzi i problemi gastrointestinali sono peggiorati: feci molli e collose, difficoltà a digerire, aerofagia, nausea dopo i pasti, sensazione di gonfiore, sudorazione in corrispondenza dei pasti e un aumento dei battiti cardiaci.
Ha eseguito una ecografia dell'addome e il medico ha riscontrato un forte meteorismo intestinale oltre a delle piccole formazioni probabili calcoletti renali.
La situazione non è migliorata e il gastrenterologo ha prescritto altri esami delle feci: ricerca di parassiti, batteri(salmonella e brucellosi), sangue occulto nelle feci. Tutti con esito negativo. A questo punto il mio fidanzato ha continuato a star male e il medico gli ha prescritto gli esami tiroidei che sono usciti completamente sballati.
TSH 0,019 valori da 0,2 a 4,2
FT3 4,13 valori da 2 a 4,8
FT4 1,8 valori da 0,6 a 1,8
Anticorpi anti tireoglobulina 535,2 valori da 0,1 a 40
Anticorpi anti perossidasi 155,3 valori da 0,1 a 40
Visto questo siamo corsi dall'endocrinologo. Eseguita una ecografia ha evidenziato una tiroide non ingrossata,nessun nodulo e delle zone anecogene. L'endocrinologo non ha dato grande importanza alla cosa dicendo che magari si era trattato di un virus e che sarebbe sparito da solo. Non fidandoci del tutto, ci siamo recati da un altro endocrinologo che ha confermato la precedente ecografia e ha ipotizzato che il problema tiroideo potesse essere causato dal problema intestinale tuttora apparentemente irrisolvibile, aggiungendo di ripetere gli esami tiroidei con l'aggiunta della CROMOGRANINA.
Abbiamo ripetuto le analisi a 15 giorni dalle precedenti e il risultato mi è parso molto preoccupante:
TSH 1,8 valori da 0,2 a 4,2
FT3 2,32 valori da 2 a 4,8
FT4 0,92 valori da 0,6 a 1,8
Anticorpi anti tireoglobulina 550,9 valori da 0,1 a 40
Anticorpi anti perossidasi 187,4 valori da 0,1 a 40
Ma soprattutto questa Cromogranina a 102 su valori che dovrebbero andare da 0,1 a 85... l'endocrinologo ci ha fatto spaventare dicendoci che potrebbe essere qualcosa di brutto e di "molto molto raro”, testuali parole. Tutte le altre analisi tuttavia sono nella norma: transaminasi, trigliceridi, ferritina, sideremia, glicemia, psa ecc ecc...
Come dobbiamo comportarci? Non ci capisco più nulla
Ho bisogno di un suo parere e di un suggerimento su come muoverci
Grazie in anticipo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Cromogranina alta e problemi intestinali e toroide 11 Mesi 14 Ore fa #2412

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 636
  • Ringraziamenti ricevuti 90
  • Karma: 3
Gentile Utente,

buongiorno. A mio avviso il post è più di pertinenza internistica che oncologica ma comunque la medicina interna è tematica a me familiare oltre l'oncologia.

Partiamo dalla questione cromogranina A: si tratta di un marker per neoplasie a carattere neuroendocrino (principalmente carcinoidi; che suppongo sia "la cosa rara" cui si riferisce l'endocrinologo). C'è da dire però che il valore sarebbe stato ben più alto in presenza di carcinoide e che la cromogranina A (come praticamente tutti gli altri marcatori tumorali) non si può e non si deve impiegare da sola per porre diagnosi. Questi markers difatti risentono di altre problematiche benigne che li fanno elevare in modo aspecifico. In particolare per la cromogranina A l'assunzione di inibitori di pompa protonica (omeprazolo e derivati) è comunissimo elemento che porta a valori elevati. Si dovrebbe eseguire il dosaggio dopo almeno 20 giorni dalla sospensione di gastroprotettori di questa tipologia farmacologica.

Gli autoanticorpi contro la tiroide possono portare scompenso e disturbo anche se tutto sommato la tiroide in questione appare in fase di compenso.

Suggerimento pratico? Cercare un medico internista che possa avere una visione globale della problematica clinica.

A distanza difficile dire di più; ritengo ancora che la visita clinica di persona in medicina sia insostituibile per seguire un percorso diagnostico / terapeutico.

Cari saluti ed un grande in bocca al lupo per tutto

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Cromogranina alta e problemi intestinali e toroide 11 Mesi 14 Ore fa #2413

  • Myrry
  • Avatar di Myrry
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Gentile dottor Pastore,
la ringrazio tantissimo per la sua risposta velocissima. Ci recheremo allora subito da un internista che spero possa mettere qualche certezza nella nostra situazione. Prima di eseguire il test del sangue il mio fidanzato aveva preso il protettore gastrico durante tutto il ciclo degli antibiotici e per 3 giorni aveva preso un farmaco per ridurre la motilità intestinale. Da questi farmaci alle analisi erano passati circa 15 giorni. Quindi spero che questo lieve innalzamento possa essere causato da questo.
La ringrazio di cuore e la saluto
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Cromogranina alta e problemi intestinali e toroide 11 Mesi 14 Ore fa #2414

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 636
  • Ringraziamenti ricevuti 90
  • Karma: 3
Di nulla, si figuri. Molto probabile che sia così. Una buona giornata

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Cromogranina alta e problemi intestinali e toroide 10 Mesi 1 Settimana fa #2428

  • Myrry
  • Avatar di Myrry
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Buonasera dottore,
le scrivo nuovamente perché avrei bisogno di un chiarimento in merito a un referto che mi è stato dato dopo una gastroscopia seguita a quella alterazione della cromogranina di cui le avevo già scritto.

"Lembi di mucosa gastrica antrale con ipotrofia di grado lieve, con aspetti di iperplasia ghindolare rigenerativa. Presenti grossolani aggregati nodulari linfoidi prevalentemente costituiti da piccoli linfociti B non follicolari (CD20 + Bcl6) senza evidenza di lesione linfo epiteliale.
Presenti microrganismi tipo Helicobacter pylori.

Diagnosi:
Gastrite cronica attiva con iperplasia del tessuto linfoide annesso alla mucosa.”

Purtroppo il referto mi è stato dato senza altre spiegazioni, e leggendo mi sono preoccupata parecchio... può aiutarmi?
Cosa significa "aggregati nodulari linfoidi”?

Grazie mille
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Cromogranina alta e problemi intestinali e toroide 10 Mesi 1 Settimana fa #2429

  • Myrry
  • Avatar di Myrry
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Buonasera gentili dottore,
avrei bisogno di un chiarimento in merito a un referto che mi è stato dato dopo una gastroscopia fatta a seguito dell'alterazione della cromogranina di cui le avevo già scritto.

"Lembi di mucosa gastrica antrale con ipotrofia di grado lieve, con aspetti di iperplasia ghindolare rigenerativa. Presenti grossolani aggregati nodulari linfoidi prevalentemente costituiti da piccoli linfociti B non follicolari (CD20 + Bcl6) senza evidenza di lesione linfo epiteliale.
Presenti microrganismi tipo Helicobacter pylori.

Diagnosi:
Gastrite cronica attiva con iperplasia del tessuto linfoide annesso alla mucosa.”

Purtroppo il referto mi è stato dato senza altre spiegazioni, e leggendo mi sono preoccupata parecchio... può aiutarmi?
Cosa significa "aggregati nodulari linfoidi”?

Grazie mille
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  Prenota visita