3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Linfangite carcinomatosa metastatica

Linfangite carcinomatosa metastatica 1 Anno 2 Settimane fa #2374

  • fabio81
  • Avatar di fabio81
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 7
  • Karma: 0
Buonasera,
Mia madre è stata operata per un carcinoma mammario con mastectomia del seno destro il 15 gennaio 2018.
A seguito di una Tac total body con mezzo di contrasto effettuata in data 23 febbaio sono state rilevate delle metastasi, riferisco quanto indicato:

TAC TORACE CON MDC
-Disseminazione interstiziale nodulare a livello di entrambi i polmoni (quadro compatibile con linfangite carcinomatosa metastatica).
Presenza di linfonodi in sede mediastinica con diametro massimo di circa 23mm a livello della loggia del barety.
Al controllo attuale no adenopatie ascellari

TAC ADDOME COMPLETO CON MDC
-Fegato di volume regolare, si segnala la presenza di lesioni a verosimile significato ripetitivo in corrispondenza del 6° e 5° segmento con diametro di 38 e 33 mm, altra formazione con analoghe caratteristiche del 3° segmento con diametro di 30mm
Si segnala formazione nodulare di circa 17mm del surrene di sinistra, nulla a destra.

Presenza di linfonodi in sede paraortica sinistra con diametro massimo di 17mm e infraorto cavale con diametro max di 14mm

In attesa di scintigrafia ossea

Mi rendo conto che il quadro è molto complicato, vorrei sapere quali sono le aspettative di vita eseguendo chemio terapia e radio terapia e se ci sono altre terapie coadiuvanti come appunto l'ipertermia.

Grazie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Linfangite carcinomatosa metastatica 1 Anno 2 Settimane fa #2375

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 621
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Utente,

buonasera. Purtroppo confermo la delicatezza del quadro clinico per diffusione di malattia. Valutando le caratteristiche biologiche della patologia il Collega oncologo curante imposterà un trattamento farmacologico adeguato. Non vedo per quanto descritto al momento indicazione per un trattamento in radioterapia. Ipertermia si, effettuando terapia sia a livello toracico che a livello addominopelvico, in concomitanza con il periodo del trattamento farmacologico. Ipertermia in oncologia, in generale, è di fatto un trattamento di coadiuvanza sinergica rispetto ad un trattamento principale in chemioterapia e/o radioterapia. Con i moderni trattamenti di oncologia integrata si ottiene spesso un buon controllo della malattia a partenza mammaria anche in una condizione diffusiva.

Un grande in bocca al lupo per tutto

Cari saluti

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Linfangite carcinomatosa metastatica 1 Anno 2 Settimane fa #2376

  • fabio81
  • Avatar di fabio81
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 7
  • Karma: 0
La ringrazio molto per la celere risposta,
le scrivo da brindisi e vorrei sapere se il trattamento in ipertermia qui viene praticato in qualche centro pubblico o privato, se deve essere l'oncologo a indirizzarci o se lei può consigliarci qualcuno sul territorio specialista in materia.
grazie
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Linfangite carcinomatosa metastatica 1 Anno 2 Settimane fa #2377

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 621
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Di nulla. Esistono dei siti web dove vengono elencati Centri che effettuano sedute di ipertermia oncologica. Alcuni sono: www.oncotherm.com , www.assie.it, www.andromedic.it , www.synchrotherm.com . A mio avviso esisteranno comunque anche altri Centri terapeutici ancora non censiti. Il meglio sarebbe concordare anche con il Collega oncologo il trattamento per condividere un percorso terapeutico integrato.

Cari saluti

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Linfangite carcinomatosa metastatica 1 Anno 1 Settimana fa #2379

  • fabio81
  • Avatar di fabio81
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 7
  • Karma: 0
Buonasera,
mi scusi se la ricontatto, è da qualche tempo che ho un dubbio circa la modalità di trattamento del carcinoma, ovvero:
mia madre è stata operata senza aver previamente eseguito degli esami diagnostici (PET\TAC, SCINTIGRAFIA,RISONANZA MAGNETICA) in quanto considerato come intervento di routine per carcinoma localizzato.
Durante l'intervento si sono resi conto che c'era un altra grossa massa "cementificata" intorno un'arteria e 21 linfonodi ascellari infetti.
La domanda è:
Andava operata o l'intervento stesso può aver accellerato la diffusione metastatica in tutto il corpo (come da tac riscontrato)?

Grazie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Linfangite carcinomatosa metastatica 1 Anno 1 Settimana fa #2380

  • fabio81
  • Avatar di fabio81
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 7
  • Karma: 0
Buonasera,
mi scusi se la ricontatto, è da qualche tempo che ho un dubbio circa la modalità di trattamento del carcinoma, ovvero:
mia madre è stata operata senza aver previamente eseguito degli esami diagnostici (PET\TAC, SCINTIGRAFIA,RISONANZA MAGNETICA) in quanto considerato come intervento di routine per carcinoma localizzato.
Durante l'intervento si sono resi conto che c'era un altra grossa massa "cementificata" intorno un'arteria e 21 linfonodi ascellari infetti.
La domanda è:
Andava operata o l'intervento stesso può aver accellerato la diffusione metastatica in tutto il corpo (come da tac riscontrato)?

Grazie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  Prenota visita