3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: neoplasia pancreas e stomaco+ipertensione portale

neoplasia pancreas e stomaco+ipertensione portale 7 Anni 9 Mesi fa #834

  • sl
  • Avatar di sl
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Mia madre è stata ricoverata il 19 aprile scorso in seguito al manifestarsi di ittero.
A seguito di TC dell’addome e pelvi, e di colangio RM, le è stato diagnosticata una forma neoplastica alla testa del pancreas. Il 2 maggio scorso è stata sottoposta ad intervento chirurgico, ma a detta dei medici non è stato possibile effettuare la duodenocefalopancreasectomia a causa di un’elevata ipertensione portale. È stata effettuata invece una resezione parziale dello stomaco (in sede d’intervento è stata riscontrata una formazione neoplastica anche a carico dello stomaco) ed un’epatico-digiunostomia.
Il decorso post-operatorio è stato complicato da uno scompenso ascitico, attualmente trattato con diuretici (Lasix 25 e Luvion 100).
Premesso che una donna iperattiva e in forma nel giro di un mese non è in grado di muoversi autonomamente a causa del forte edema agli arti inferiori e della forte debilitazione (non riesce ovviamente neanche ad alimentarsi in modo adeguato), vorrei se possibile porle alcune domande.
1. L’ipertensione portale che avrebbe impedito la resezione del tumore non era diagnosticabile prima dell’intervento? In caso affermativo in che modo?
2. Sebbene siamo ancora in attesa del risultato dell’esame istologico, ci è stato preannunciato che quasi sicuramente mia madre non potrà essere sottoposta a chemioterapia o altre cure. Quale condizione consente d’intraprendere questo tipo di terapie e soprattutto, sebbene ovviamente non curative, che impatto hanno sulla qualità di vita del paziente?
3. La presenza dell’ascite determina l’impossibilità di ricorrere ad esempio all’ipertermia?
4. Quali strumenti di prevenzione si hanno a disposizione per questo tipo di tumore? Lo chiedo perché presumo ci sia anche una componente ereditaria e di familiarità rispetto a questo e vorrei capire cosa fare per non scoprire di essere ammalata quando è già troppo tardi, come è avvenuto nel caso di mia madre.
Io vorrei fare il possibile per far sì che mia madre viva quanto le resta nel migliore dei modi, però mi sembra che siamo stati abbandonati a noi stessi dopo la dimissione dall’ospedale, senza nessuna indicazione né previsione rispetto a quello che accadrà, il che rende tutto ancora più terribile. Grazie per la sua disponibilità. SL
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:neoplasia pancreas e stomaco+ipertensione portale 7 Anni 9 Mesi fa #835

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 623
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Utente,

spesso purtroppo situazioni che prima di intervenire chirurgicamente sembrano resecabili non lo sono al tavolo operatorio. Gli accertamenti che si fanno prima degli interventi mirano a minimizzare la possibilità di trovare sgradevoli sorprese al tavolo operatorio ma non sempre si può prevedere quello che poi si vedrà intervenendo. L'ittero ostruttivo rappresenta poi una situazione ingravescente alla quale occorre porre rimedio chirurgico ove possibile. L'esame istologico serve a comprendere al meglio la natura della malattia in modo da identificare il miglior trattamento farmacologico possibile. La tollerabilità del trattamento chemioterapico dipende poi dall'organismo ricevente ma anche dai farmaci che si impiegano nonchè dai dosaggi che vanno calibrati rispetto alle condizioni generali del paziente ed al suo peso rapportato all'altezza (superfice corporea in metri quadri). L'ipertermia trova indicazione nei tumori solidi (che sono tutti tranne quelli ematologici) e l'ascite deve essere drenata (paracentesi) prima di intraprendere un percorso di ipertermia capacitiva profonda locoregionale. Altro utile coadiuvante è l'ipertermia total body da associare alla chemioterapia ed alla ipertermia profonda locoregionale. La familiarità non entra in gioco se non vi sono più casi in famiglia.

Per un eventuale appuntamento valutativo con me è possibile contattare il numero 331 9584817.

Cari saluti

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:neoplasia pancreas e stomaco+ipertensione portale 7 Anni 9 Mesi fa #836

  • sl
  • Avatar di sl
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Gentile dott. Pastore,
sono in attesa del refererto dell'esame istologico per poterla contattare con tutta la documentazione sanitaria a supporto.
Intanto vorrei chiederle un'indicazione, se possibile, sulla somministrazione del Synchrolevels e di eventuali altri integratori (vischio, melatonina, ...) che possano almeno aiutare mia madre senza ovviamente arrecarle danno.
Grazie e a presto
Sandra
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:neoplasia pancreas e stomaco+ipertensione portale 7 Anni 9 Mesi fa #837

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 623
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Sig.ra Sandra,

l'integrazione a supporto è senza dubbio procedura valida. La prescrizione ahimè però non può essere via web. Occorre visionare esami ematochimici e la paziente, nonchè la situazione clinica completa.

un caro saluto

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita