3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: carcinosi peritoneale con adenopatie retroperitone

carcinosi peritoneale con adenopatie retroperitone 8 Anni 2 Mesi fa #736

  • sara
  • Avatar di sara
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
Gentile dott.Pastore,

propedeuticamente ad una eventuale visita, mi
permetto di esporle brevemente il quadro clinico di mia madre
(carcinosi peritoneale in neoplasia ovarica operata ed in trattamento
chemioterapico), al fine di valutare l'opportunità o meno di un Vostro
intervento:

marzo 2009: in seguito ad una notevole ascite viene
ricoverata presso l'ospedale Sant'Orsola di Brescia, dove viene
sottoposta a laparotomia annessiectomia destra;
ottobre 2009: dopo
alcuni cicli di chemioterapia, viene eseguito un nuovo intervento di
citoriduzione secondaria di neoplasia ovarica, con ovariectomia
radicale, presso L'Istituto Europeo di Oncologia di Milano;
2009-2010:
trattamenti chemioterapici;
18/11/2010 progressione dell'impegno peritoneale, si evidenziano adenopatie retroperitoneali
da novembre a gennaio caelyx
gennaio 2011 incremento dimensionale delle adenopatie addominali
febbraio 2011: ricoverata per ascite esofagogastroduodenoscopia che documenta esofagite da stasi, erna gastrica iatale da scivolamento di piccole dimensioni e gastropatia cronica;
fine febbraio trattamento con gemcitabina inizia ora a mangiare qualcosa a distanza dal trattamento che ha prodotto vomito
Esiste qualche speranza?
e' possibile un intervento? I chirurghi contattati sconsigliano interventi per la presenza di adenopatie retroperitoneali?
gettiamo ogni speranza e aspettiamo un miracolo?

La ringrazio fin
d'ora per il suo cortese interessamento.

Distintamente
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:carcinosi peritoneale con adenopatie retroperitone 8 Anni 2 Mesi fa #737

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 623
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Sara,

in effetti la situazione si presenta assai compromessa. Non vedo margini per interventi chirurgici se non con finalità palliative per ritardare una possibile occlusione intestinale. Si potrebbe abbinare dell'ipertermia capacitiva profonda (previo drenaggio dell'ascite) in qualità di coadiuvante del trattamento chemioterapico in corso ed analogamente delle applicazioni di ipertermia total body (che non necessitano del drenaggio dell'ascite di per se).

un caro saluto

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita