3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: carcinoma peritoneale e blocco intestinale

carcinoma peritoneale e blocco intestinale 8 Anni 3 Mesi fa #663

  • erminia999
  • Avatar di erminia999
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Gentile dott. Pastore le metto qui di seguito una sintesi del calvario di mia mamma che lotta contro questa terribile malattia da ben due anni. Vorrei avere il suo parere e il suo consiglio, se possibile.
Le allego anche un file piu' dettagliato su tutta la storia con le mie richieste.
Come capira' leggendo il tutto sono molto preoccupata e anche se le condizioni sono gravi vorrei che mi desse un parere senza reticenze
Grazie in anticipo e continuo a sperare e lottare!

cronistoria (in breve):
- aprile 2008: operazione per blocco intestinale. Scoperta di adenocarcinoma ovarico e rimozione di ovaie e altre parti (parte dell'intestino e del peritoneo)
- da giugno ad ottobre 2008: ciclo di 6 chemiterapie con carboplatino
- inizio 2009: nuova operazione: rimozione utero e parte peritoneo. infusione chemiterapica attraverso l'ipertermia.
- febbraio 2010 (intanto la paziente rimaneva monitorata e non presentava problemi o valori fuori norma): rimozione dell'ileostomia e ripristino funzionalita' intestinale
- giugno 2010: valori CA125 leggermente fuori norma. nuove analisi markers tumorali, ecografia e TAC (veda il file allegato per i risultati dettagliati)
- novembre 2010: inizio nuovo ciclo di chemioterapia
- fine novembre 2010-dicembre 2010: blocco intestinale completo, assenza di peristalsi, nuova operazione, ripristino ileostomia, ma le condizioni non migliorano e al momento e' ancora ricoverata presso l'ospedale dove ha subito l'ultima operazione e continua a vomitare roba verde (succhi biliari, presumo), viene alimentata e idratata artificialmente ed e' stato impossibile finora continuare la chemioterapia.

Le mie domande sono:
1. Sarebbe possibile ed utile utilizzare l'ipertermia in queste condizioni? (Naturalmente prima dovrebbe parlare con i medici che l'hanno in cura attualmente)
2. Come sarebbe organizzata la cura (es. quante sedute, se si fanno in regime di day hospital ecc.)
3. Non essendo il suo centro convezionato con il SSN quali potrebbero essere i costi?
4. Quanto tempo mia mamma puo' sopravvivere in queste terribili condizioni, senza poter bere neanche un sorso d'acqua altrimenti lo vomita completamente? Come si potrebbe rendere piu' "umana" la sua condizione? (Peraltro lei e' completamente in se' e molto lucida, nonche' ancora piena di voglia di lottare)

Grazie tantissimo in anticipo e che Dio la benedica per tutto quello che fa per i pazienti!
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:carcinoma peritoneale e blocco intestinale 8 Anni 3 Mesi fa #665

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Gentile Erminia,

le condizioni appaiono assai serie. Io intraprenderei delle applicazioni di ipertermia magari coadiuvate da un nuovo trattamento chemioterapico con dosaggi adeguati alle condizioni generali. Inoltre doserei la cromogranina A nel sangue per verificare se la neoplasia esprime componente neuroendocrina e se quindi è possibile abbinare octreotide alla terapia specifica che si sceglierà. I ragguagli economici riguardo l'ipertermia possono essere esplicati con dovizia dalla mia segretaria (331 9584817). La cadenza che adotterei in questo caso è di tre applicazioni settimanali a giorni alterni della durata di 55 minuti ognuna in regione addominale. Opportuno impostare una adeguata ed energica terapia di supporto.

Cari saluti ed un grande in bocca al lupo per tutto

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:carcinoma peritoneale e blocco intestinale 8 Anni 3 Mesi fa #670

  • erminia999
  • Avatar di erminia999
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Grazie dottore della sua sollecita e precisa risposta.
Appena posso contattero' la sua collaboratrice.
Per il momento ancora Grazie e colgo l'occasione per augurarLe Buon Natale.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:carcinoma peritoneale e blocco intestinale 8 Anni 3 Mesi fa #671

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Di nulla, figurati. Un caro augurio per le festività anche a te e famiglia

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita