3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: Quando non si può fare ipertermia

Quando non si può fare ipertermia 8 Anni 6 Mesi fa #477

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Cari Amici,

spessissimo sorge confusione riguardo il quando si può fare e quando non si può fare ipertermia oncologica. Cerco qui di fare chiarezza.

L'ipertermia può essere eseguita senza problemi in ogni condizione clinica che riguardi un tumore solido, sia esso in fase metastatica che non. Cosa vuol dire solido? I tumori solidi sono tutti i tumori che non siano ematologici. Quali sono i tumori ematologici? Essi sono linfomi, leucemie, mielomi. Ciò non toglie che anche nei tumori ematologici si possa fare ipertermia su un pacchetto linfonodale conglobato (ammasso di linfonodi malati riuniti tra loro a formare un grappolo) e se si ha dolore in un punto specifico del corpo.

Altro dubbio che frequentemente sorge è quello riguardante l'impossibilità di fare ipertermia in presenza di liquidi. Il nostro corpo è ricchissimo di liquidi e NON c'è problema a fare ipertermia se non c'è un accumulo di acqua in eccesso o nell'addome o nel cavo pleurico (in termini tecnici il liquido in accumulo eccessivo nel peritoneo si chiama ascite e quello nel cavo pleurico si chiama versamento pleurico). Anche se vi fosse ascite o versamento pleurico peraltro si potrebbe fare lo stesso ipertermia se prima si drena (aspira) il liquido.

L'unico caso nel quale veramente NON si può fare ipertermia è se vi sono dei dispositivi di stimolazione cardiaca impiantati (pacemaker o defibrillatori) o delle protesi metalliche di vecchia generazione (in ogni caso può delucidare su questo il cardiologo od il chirurgo di riferimento).

La presenza di un port-a-cath NON costituisce un problema.

Spero di aver sollevati qualcuno di voi dai dubbi che lo affliggevano

Cari saluti

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita