3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: Interpretazione Pet

Interpretazione Pet 8 Anni 10 Mesi fa #318

  • Staffello
  • Avatar di Staffello
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
Gentile Dott. Pastore,
le sarei molto grata se mi desse un suo parere sui risultati della PET eseguita ieri da mio padre. L'oncologo che lo segue dal 2007 (mio padre è reduce da un'operazione che ha asportato un adenocarcinoma al colon e non ha mai effettuato ccli di chemioterapia) ha parlato subito di metastasi; il primario del reparto di oncologia dove oggi ha eseguito tutti gli esami di rito in day-hospital non ha voluto invece esporsi nè in positivo nè in negativo e lo accusato di essere ansioso perchè cercava delle risposte più precise, nette. La PET dice: "Si segnalano aree ipermetaboliche a livello del V segmento epatico (SUV max. 4.05), della flessura epatica del colon (SUV max 7.36) e di linfoadenopatie a sede precavale (SUV max 5.24) ed intercavo-aortica (SUV max 6.53)".
La settimana prossima mio padre eseguirà una TAC e solo dopo quest'esame il primario ha detto che esprimerà il suo parere. Ma nel frattempo noi siamo precipitati in un incubo e la freddezza di questi dottoroni che ti parlano solo con paroloni difficili, ben sapendo che chi hanno di fronte non è in grado di comprenderli, aumenta l'ansia e la frustrazione. Mio padre si dà gia per spacciato, ma noi di famiglia non vogliamo arrenderci cosi presto. Per favore, mi dia un parere sincero...si tratta davvero di metastasi? E se così fosse, ci sono delle cure che possano tenere a bada la malattia? La ringrazio per il tempo che vorrà dedicarmi.
In fede
Assunta Staffello
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:Interpretazione Pet 8 Anni 10 Mesi fa #319

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Cara Assunta,

purtroppo esiste una concreta possibilità che si tratti di metastasi della malattia originaria. Mi trovo in accordo con l'effettuazione di una TC total body con mezzo di contrasto ed eventualmente una biopsia di una delle lesioni (la più facilmente accessibile). Certamente c'è modo di tenere a bada l'eventuale malattia. Prospetterei ad esempio una combinazione chemioterapia + ipertermia. Stiamo a vedere l'esito della TC con la fiducia che qualunque sia il responso possiamo tentare di correre ai ripari.

un caro saluto ed un grande in bocca al lupo

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita