3319584817 - 3911216046
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: Interpretazione Pet

Interpretazione Pet 2 Settimane 5 Giorni fa #2537

  • Fani10
  • Avatar di Fani10
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 3
  • Karma: 0
Buongiorno Dott Pastore, le chiedo un aiuto per interpretare un referto Pet che le riporto di seguito e che ci ha gettati nello sconforto più totale..
Le premetto che la paziente è la mia mamma di anni 61 affetta da tumore al collo dell utero stadio II b non operato ma trattato con radio, chemio e brachiterapia esclusivo a scopo curativo... In novembre 2019 ha effettuato una Rm dubbia per residuo malattia ma con linfonodi negativi.. In dicembre ha effettuato la Pet di cui le scrivevo prima, questo il referto:
Scansione Pet dalla base cranica alla radice delle cosce...
L indagine odierna confrontata con la precedente del 04 maggio 2019 l indagine odierna eseguita dopo trattamento CHRT rileva la pressoché scomparsa dell intenso ipermetabolismo precedentemente rilevabile a carico dell utero. Oggi sono presenti solo modiche disomogeneità di captazione in assenza di chiari reperti ipermetabolici (il quadro è di non semplice interpretazione per la possibile compresenza di modica flogosi radio indotta, depone comunque per una buona risposta pur non potendo escludere minimo residuo malattia)
A livello comune iliaco compare oggi un linfonodo centimetrico ipermetabolico ad aspetto patologico Suv max pari a 6...
Non altri reperti significativamente ipermetabolici in altre sedi..
Siamo molto preoccupati per il linfonodo coinvolto, vuol dire che il tumore prima localmente avanzato é diventato infiltrante? Le sarei infinitamente grata se riuscisse a rispondere..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Interpretazione Pet 2 Settimane 5 Giorni fa #2538

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 653
  • Ringraziamenti ricevuti 91
  • Karma: 2
Gentile Utente,

il coinvolgimento linfonodale descritto configura ancora una patologia localmente avanzata.

Dal punto di vista terapeutico occorre comprendere se l'area in cui si trova il linfonodo è compresa nell'area in cui è stata effettuata precedentemente la terapia radiante oppure no.

Se fosse compreso nel precedente campo di trattamento occorre verificare se è stata erogata una dose massimale di raggi (si evince dalla planidosimetria del precedente trattamento).

In caso fosse applicabile il trattamento radiante, in virtù delle considerazioni precedenti , un trattamento in radioterapia stereotassica appare opportuno.

Si potrebbe combinare all'eventuale ulteriore trattamento radiante un trattamento in ipertermia capacitiva profonda a radiofrequenza con lo scopo di coadiuvanza sinergica.

In alternativa occorre verificare se in chirurgia addominale è possibile rimuovere il tessuto malato.

Cari saluti

Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Interpretazione Pet 2 Settimane 5 Giorni fa #2539

  • Fani10
  • Avatar di Fani10
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 3
  • Karma: 0
La ringrazio Dottore per la tempestiva risposta e per la disponibilità.. Gli oncologi che seguono la mamma hanno sempre parlato di dosi massimali di erogazione aggiungendo che non sarebbe più stato possibile trattare la zona con la radioterapia... Lei crede che nel caso in cui il linfonodo non fosse nella zona precedentemente trattata si possa provare di nuovo con la radioterapia?
Per quanto riguarda l intervento, si tratterebbe di effettuare un eviscerazione pelvica e a tal proposito vorrei sapere Lei cosa ne pensa, potrebbe essere una strada percorribile o sconsigliabile in quanto troppo incisiva sulla qualità della vita? Grazie infinite...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Interpretazione Pet 2 Settimane 4 Giorni fa #2540

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 653
  • Ringraziamenti ricevuti 91
  • Karma: 2
Di nulla, si figuri.

Se l'area non è stata trattata (o non in modo massimale) si può ipotizzare la valutazione in radioterapia stereotassica.

Per la chirurgia la valutazione è squisitamente di pertinenza del chirurgo addominale; a mio avviso si possono anche ipotizzare scenari di chirurgia mininvasiva.

Cari saluti

Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Interpretazione Pet 2 Settimane 4 Giorni fa #2541

  • Fani10
  • Avatar di Fani10
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 3
  • Karma: 0
Ancora grazie... Mi ha molto rincuorata..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Interpretazione Pet 2 Settimane 4 Giorni fa #2542

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 653
  • Ringraziamenti ricevuti 91
  • Karma: 2
Di nulla, si figuri.

Ne sono lieto.

Ancora saluti ed in bocca al lupo per tutto

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita