3319584817 - 3911216046
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: Info

Info 3 Mesi 3 Settimane fa #2485

Buongiorno dott.Pastore,volevo chiederle se è possibile l'ipertermia su metastasi meningee da melanoma.
Dopo radioterapia o prima?
Come si può potenziare l'effetto dell'immunoterapia con prembolizumab?
Come posso contattarla direttamente?
Spero in una sua risposta il prima possibile.
Grazie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Info 3 Mesi 3 Settimane fa #2486

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 646
  • Ringraziamenti ricevuti 91
  • Karma: 3
Buongiorno a lei.

L'ipertermia capacitiva profonda a radiofrequenza oncologica si può impiegare anche nella condizione descritta in qualità di coadiuvante sinergico rispetto alla terapia radiante.

L'impiego è concomitante proprio perchè le due metodiche agiscono in sinergia; nel periodo in cui si effettuerà radioterapia si potrà abbinare anche ipertermia a giorni alterni.

Gli immunoterapici, di cui anche il pembrolizumab fa parte, possono essere nella condizione descritta potenziati teoricamente già dal trattamento radiante. La liberazione di antigeni tumorali legata alla distruzione di cellule ammalate trova un sistema immunitario già allertato e contribuisce ulteriormente alla attivazione linfocitaria.

Ulteriormente, vi sono studi molto interessanti sulla attività degli immunoterapici in relazione alla modulazione della flora batterica intestinale (microbiota e microbioma) ed inoltre sull'impiego dei fitofarmaci quali modulanti dell'attività immunitaria.

Per fissare, se nella sua volontà, un incontro con me è possibile contattare il numero 331 9584817.

Cari saluti

Carlo Pastore, oncologo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita