3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: Metastasi polmonari

Metastasi polmonari 3 Mesi 6 Giorni fa #2464

  • Tinzy
  • Avatar di Tinzy
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
Buonasera,
Mio padre di 73 anni In data 25/01 è stato sottoposto ad intervento chirurgico di amputazione interileoaddominale per angiosarcoma epiteliode del bacino (16x10x10).
L'oncologa dopo aver visionato le immagini relative TC torace del 13 febbraio, ci comunica la presenza di multiple lesioni secondarie ad entrambi i campi polmonari in progressione dimensionale rispetto a precedente indagine del 22 gennaio e che allo stato attuale in considerazione della bilateralità e dell'estensione della malattia metastatica non ritiene indicata la bonifica chirurgica con intento curativo.
Si consiglia trattamento chemioterapico con Gemcitabina 900 mg/mq gg 1, 8,15 q 28 e rivalutazione dopo 2 cicli.
Mi chiedevo se nel caso di mio padre fosse possibile associare alla chemio la ipertermia.
Grazie mille.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Metastasi polmonari 3 Mesi 6 Giorni fa #2465

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 625
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Utente,

buonasera.

La condizione descritta può giovarsi della ipertermia capacitiva profonda a radiofrequenza in qualità di coadiuvante sinergico rispetto alla opportuna chemioterapia antiblastica (gemcitabina) che è stata prescritta.

Occorre però che il Paziente non abbia pacemaker e/o defibrillatore cardiaco impiantato, voluminose placche metalliche e/o stent metallici nell'area da trattare, cateteri endomidollari metallici per analgesia. Controindicazione relativa, nella condizione descritta, l'eventuale presenza di versamento pleurico massivo. In quel caso andrebbe prima drenato.

www.ipertermiaitalia.it/notizie/ultime/le-domande.html

Cari saluti

Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita