3317612698 - 3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Adenocarcinoma colecisti t3 asportato

Adenocarcinoma colecisti t3 asportato 2 Mesi 4 Settimane fa #2407

  • Chieli92
  • Avatar di Chieli92
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 7
  • Karma: 0
Dottore torno a scriverle per chiarire il seguente dubbio.
Mia madre avrebbe dovuto, dopo colecistectomia, eseguire un reintervento a scopo radicale (fegato, linfonodo e vie biliari) ma in seguito all'episodio di ittero per sospetta neoplasia l'epatologo le ha comunicato che quel reintervento radicale non verrà eseguito.
Con i dottori favorevoli all'operazione per la sospetta neoplasia alla via biliare non ne abbiamo parlato. Ma per qualche motivo l'epatologo non intende eseguire l'intervento radicale?
Grazie dottore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Adenocarcinoma colecisti t3 asportato 2 Mesi 4 Settimane fa #2408

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 613
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Buonasera. Per quel che leggo dai precedenti scritti la Signora sta eseguendo un trattamento chemioterapico neoadiuvante volto a ridurre la neoplasia per poi valutare il reintervento. Il Collega curante immagino voglia rivalutare la condizione patologica in TC prima di parlare nuovamente di intervento e questo è logico.

Cari saluti

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
The following user(s) said Thank You: Chieli92

Adenocarcinoma colecisti t3 asportato 2 Mesi 4 Settimane fa #2409

  • Chieli92
  • Avatar di Chieli92
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 7
  • Karma: 0
La ringrazio per la tempestività. L'ultima domanda: il successivo intervento che intendono eseguire fa parte di quello previsto per rendere la colecistectomia radicale.
Dottore ancora grazie per l'attenzione e la competenza che mette a disposizione di tutti.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Adenocarcinoma colecisti t3 asportato 2 Mesi 4 Settimane fa #2410

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 613
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Di nulla. Il successivo eventuale intervento è legato all'esito della TC. Si tratterà comunque di un intervento ex novo di asportazione della recidiva e bonifica locale.

Cari saluti

Carlo Pastore
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Adenocarcinoma colecisti t3 asportato guarigione 1 Mese 2 Settimane fa #2434

  • Chieli92
  • Avatar di Chieli92
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 7
  • Karma: 0
Dottore torno a scriverle. La sua professionalità e tempestività sono state per me do grande aiuto perché le attese negli ospedali sono piuttosto lunghe.

Le avevo parlato della situazione di mia madre. Deve sostenere l'ultima chemio e finora è sempre stata bene. I valori delle transaminasi sono più che perfette e fosfatasi alcalina e gamma gt sono diminuite di molto (rispettivamente 190 e 240). Purtroppo però leggo che per il tumore alle vie biliari la sopravvivenza é bassa e non sento parlare do guarigione. In realtà non sono ancora sicuri si tratti di tumore alle vie biliari: si ipotizza una recidiva di quello alla colecisti. La pet potrebbe smentire ciò? Mia madre sembra stare molto bene.
Mia madre è un T3 ma non avendo infiltrato parenchima epatico e senza coinvolgimento di linfonodi e metastasi in che stadio è? Dottore la ringrazio come sempre.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Adenocarcinoma colecisti t3 asportato guarigione 1 Mese 2 Settimane fa #2435

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 613
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Utente,

buongiorno. Il dato importante, come si è detto nei dialoghi precedenti, è il nuovo prossimo accertamento radiologico (immagino TC o PET/TC).

Occorre necessariamente basarsi su quello dopo un trattamento neoadiuvante volto a ridurre la massa per valutare poi resecabilità.

Lo stadio in questione è quello di patologia localmente avanzata; per quel che leggo fortunatamente macroscopicamente non si rileva diffusione a distanza.

Colecisti e vie biliari sono una unica entità patologica; l'atteggiamento biologico il medesimo.

In generale la tipologia istologica comunque non è pertinenza della PET ma della disamina del patologo su pezzo istologico.

In bocca al lupo per il prossimo accertamento radiologico.

Cari saluti

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2