3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: fitoterapia e immunoterapia

fitoterapia e immunoterapia 4 Anni 3 Giorni fa #1949

  • cinziapizzi
  • Avatar di cinziapizzi
Gent.mo Dott. Pastore,

le scrivo per avere un parere e un chiarimento rispetto alla immunoterapia.

Scriverò brevemente il caso di mio padre:

Uomo 71 anni, ex fumatore da 5 anni, 3 bypass cardiaci inseriti 5 anni fa; Condizioni generali buone unico sintomo tosse
Gennaio 2015, diagnosi di carcinoma polmonare (squamoso basaloide, stadio 3b) con metastasi toraciche (linfoadenopatie ilari e miadiastiniche). Negativo alla mutazione del gene EGFR e traslocazione AlK etc.

Rifiuta la chemioterapia...
Ci siamo interssati all'ipertermia, ma ci hanno detto che non funziona...

Aprile 2015 Inizio terapia fitoterapica (Aloe, Artemisia, ascorbato di potassio, syncrholevels, norflo, oncofit, epigallocatechina, melatonina,succhi verdi, dieta ipoproteica like vegan way)
Dopo 20 gg di fitoterapia le condizioni generali sono migliorate (tosse decisamente ridotta)

La domanda è: Considerando che mio padre non ne vuole sapere di chemioterapia e che io non posso costringerlo con la forza, allora mi/le domando in cosa consiste l'immunoterapia? ha effetti collaterali come quelli della chemio? Se è una pratica promettente, quanto lo è per un carcinoma polmonare tipo quello di mio padre?

Cordialmente,

Cinzia

ps posso fornire documentazione (referti analisi, diagnostica etc)se lo ritiene necessario
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fitoterapia e immunoterapia 4 Anni 3 Giorni fa #1950

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 623
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Sig.ra Cinzia,

in realtà una sorta di immunoterapia la sta già facendo (mi raccomando anche le integrazioni fitoterapiche debbono essere guidate da un medico esperto in materia) con la terapia impostata. Per immunoterapia si intende stimolare con delle sostanze la reattività del sistema immunitario al fine di meglio combattere la patologia oncologica. Se Papà rifiuta completamente il concetto di chemioterapia e/o radioterapia ovviamente non lo si può costringere. L'ipertermia in questo caso si potrebbe anche immaginare in combinazione con la fitoterapia. In generale, invece, l'ipertermia in oncologia è metodica coadiuvante sinergica rispetto ad un trattamento in chemioterapia e/o radioterapia. Sono in arrivo anche nuovi farmaci sbloccanti dell'immunità come ad esempio nivolumab e permbrolizumab.

Cari saluti

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
The following user(s) said Thank You: cinziapizzi

fitoterapia e immunoterapia 4 Anni 18 Ore fa #1951

  • cinziapizzi
  • Avatar di cinziapizzi
Gent.mo Dottore,

Riguardo questi farmaci sbloccanti dell'immunità(nivolumab e permbrolizumab) non mi è chiaro se possono essere prescritti solo nei pazienti che stanno facendo la chemio o in quelli precedentemente trattati. In altre parole, alle persone che non hanno mai fatto chemioterapia (e che non hanno intenzione di farla) gli oncologi possono prescrivere questi farmaci? E poi questi farmaci possono dare effetti collaterali tossici come nel caso della chemio?

Grazie mille,

Cinzia

www.meteoweb.eu/2015/03/carcinoma-polmon...va-nivolumab/410677/

ps: come si fa a dire al proprio oncologo di non voler fare la chemio da lui proposta,ma di voler provare questi farmaci immunosbloccanti senza urtare urtare gli animi?....
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fitoterapia e immunoterapia 4 Anni 15 Ore fa #1952

  • cinziapizzi
  • Avatar di cinziapizzi
Gent.mo Dr. Pastore,

rigurardo questi farmaci sbloccanti dell'immunità(nivolumab e permbrolizumab)non mi è chiaro se possono essere dati solo ai pazienti pretrattati con chemio o in corso di trattamento. In altre parole,un paziente che non ha mai fatto chemioterapia (contrariamente a quanto prescritto dall'oncologo) può essere candidabile per avere questa terapia? (ovviamente se l'oncologo fa la prescrizione).

Questi farmaci hanno effetti indesiderati, tossicità collaterali tipo chemio?

grazie mille,

Cinzia
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

fitoterapia e immunoterapia 3 Anni 11 Mesi fa #1953

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 623
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Sig.ra Cinzia,

i farmaci di cui si parla (nivolumab e pembrolizumab) ad oggi ancora non sono disponibili nella pratica clinica ordinaria nel nostro paese. Anche questi farmaci saranno comunque gravati da degli effetti collaterali; peraltro purtroppo gli effetti collaterali esistono praticamente per ogni farmaco che viene impiegato nelle varie patologie. Saranno impiegati comunque anche in Pazienti pretrattati.


Un caro saluto

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita