3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: Egregio

Egregio 4 Anni 5 Mesi fa #1869

  • stef
  • Avatar di stef
Dottor Pastore volevo gentilmente un suo parere riguardo alla patologia di mio padre 73 anni...a dicembre 2013 abbiamo scoperto essere affetto da glioblastoma multiforme non operabile...dopo 8 cicli di temodal che aveva stabilizzato la malattia anche un po'ridotta dall'ultima risonanza la malattia purtroppo ha avuto una notevole progressione....nall'ospedale dove siamo seguiti ci hanno proposto la fotemustina che è il protocollo italiano di seconda linea oppure di entrare in una sperimentazione con un chemioterapico chiamato ortataxel...come ultima opzione ci hanno proposto la lomustina in compresse qualora non volesse fare flebo...dovendo a questo punto decidere e vorrei farlo per la terapia che da maggiori possibilita' di riuscita lei per la sua esperienza cosa consiglierebbe? Possiamo ora abbinare l'ipertermia?grazie mille
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Egregio 4 Anni 5 Mesi fa #1870

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 623
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Utente,

innanzitutto verificherei se c'è ulteriore spazio terapeutico in radioterapia. Per quanto riguarda la scelta del trattamento chemioterapico, ortataxel è un nuovo taxano promettente ma del quale ancora non si sa molto sull'attività (appunto, inserito in protocolli sperimentali, in genere in combinazione con la fotemustina). La fotemustina è un trattamento ormai consolidato, potenzialmente utile ed efficace. Inoltre si potrebbero vagliare le ipotesi (condizioni generali ed esami ematochimici permettendo) dell'irinotecan e/o bevacizumab oltre la lomustina. L'ipertermia trova indicazione quale coadiuvante sinergico rispetto ad un trattamento in chemioterapia e/o radioterapia.

Cari saluti

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Egregio 4 Anni 5 Mesi fa #1871

  • stef
  • Avatar di stef
Grazie Dottor Pastore...il problema ora è che mio padre rifiuta le flebo...il bevacizumab se è avastin mi hanno detto che li non lo fanno non capisco bene il motivo...potrebbe la lomustina da sola far effetto abbinata magari all'ipertermia? Purtroppo radio non ne ha fatta mai per il suo stato di demenza sin dall'inizio ora aggravato da grandi problemi cognitivi e di memoria...mi hanno detto avrebbe peggiorato la situazione...grazie ancora
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Egregio 4 Anni 5 Mesi fa #1872

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 623
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Utente,

si, il bevacizumab ha come nome commerciale Avastin e , comunque, è farmaco per via endovenosa. Anche la stessa fotemustina è farmaco iniettivo. La lomustina teoricamente può avere un effetto. L'ipertermia si potrebbe impiegare a scopo coadiuvante sinergico anche con la lomustina. Peraltro l'ipertermia, pur essendo, ripeto, indicata quale terapia di combinazione, ha di per se anche effetto proapoptotico diretto, immunomodulante, antalgico e liberante endorfine. Esistono diverse tipologie di trattamento radiante ed in generale si potrebbe richiedere un consulto per un eventuale trattamento mirato mininvasivo (se la condizione di malattia lo consente). A tal proposito potrei suggerirei il gruppo del Prof. Casamassima che presta la propria opera professionale in Empoli presso Ecomedica in convenzione SSN.

Cari saluti ed un grande in bocca al lupo per tutto

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita