3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: Tumore pancreas

Tumore pancreas 4 Anni 7 Mesi fa #1849

  • GeorPhaday
  • Avatar di GeorPhaday
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Buongiorno dottore,
scrivo per avere maggiori informazione riguardo la terapia del calore in quanto parente di ammalato a cui è appena stato diagnosticato – tramite ecoendoscopia diagnostica pancreas e vie biliari - un tumore del pancreas apparentemente (siamo in attesa di esito Tac toracica) non esteso ad altri organi. In attesa del referto dell’esame istologico, il referto citato osserva “ a livello della regione cefalica, in sede retropapillare, si osserva una lesione focale solida, ipoecogena, disomogenea, a mergini irregolari, di circa 26X28mm, scarsamente vascolarizzata all’esame Doppler, con pattern elastografico rigido. Tale lesione si sviluppa fino a coinvolgere la parete duodenale a livello papillare ed ingloba entrambi i dotti, che appaiono dilatati a monte….”
Trattasi di paziente donna di anni 61, colpito da rottura aneurisma cerebrale nel 2007, clipping aneurisma dell’ACM dx, intervento di craniolastica.
E’ inoltrè portatrice del fattore V di Leiden.
Attualmente ricoverata presso l’ospedale San Raffaele di Milano, siamo in questi giorni in attesa di un pronunciamento degli anestesisti affinchè diano l’ok ad operazione chirurgica per asporazione testa pancreas, duodeno e coledoco. L’intervento, qualora confermato, potrebbe essere eseguito nel giro di 15/20 giorni.
E’ già stata segnalata la necessità di un ciclo di chemioterapia di 6 mesi a decorrere da circa 2 mesi post intervento.
A tal proposito chiedo suggerimenti e/o indicazioni circa l'affiancamento alle suddette procedure di terapia del calore.
Ringraziandola porgo cordiali saluti
Mirko
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Tumore pancreas 4 Anni 7 Mesi fa #1850

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 623
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Sig. Mirko,

parlare di ipertermia oncologica nella condizione descritta appare prematuro. L'ipertermia in oncologia è procedura coadiuvante sinergica rispetto ad un trattamento chemioterapico e/o radiante. Nella condizione clinica descritta occorre innanzitutto approfondire la diagnostica radiologica per meglio comprendere la diffusione di malattia (sperando e confidando che ancora tutto sia quantomeno macroscopicamente localizzato nell'area di insorgenza della patologia), verificare la tipologia istologica (ed ancor meglio su tutti i pezzi operatori se si potrà (auspicabilmente) ricorrere alla resezione chirurgica)) ed impostare il trattamento chemioterapico più idoneo per istologia, condizione generale ed esami ematochimici. Se per un qualche motivo non si potesse ricorrere alla chirurgia allora si potrebbe pensare di impostare un trattamento combinato chemioterapia + ipertermia, valutando, previo videat con un Collega radioterapista, l'eventualità anche di un trattamento radiante concomitante.

Un grande in bocca al lupo per tutto, cari saluti

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Tumore pancreas 4 Anni 7 Mesi fa #1851

  • GeorPhaday
  • Avatar di GeorPhaday
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Intanto grazie per la sua disponibilità.
Sul presupposto che oggi sia ancora prematuro impostare o cercare di impostare una cura che preveda anche l ipertermia vorrei sapere con chi - al momento opportuno - sarà necessario che io mi relazioni per eventualmente sapere come e quando procedere. Secondo lei il San Raffaele di Milano prevede tale possibilità? O necessariamente dovrò rivolgermi a lei ed alla sua struttura?
Ancora grazie
Mirko
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Tumore pancreas 4 Anni 7 Mesi fa #1852

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 623
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Sig. Mirko,

non so francamente se il San Raffaele di Milano prevede questo tipo di approccio terapeutico integrato. In Italia vi sono diversi Centri che erogano prestazioni in ipertermia oncologica. Sul web vi sono anche numerosi siti che forniscono elenchi di Centri terapeutici. Il momento della decisione terapeutica che coinvolgerà eventualmente anche l'ipertermia è quello successivo alla eventuale chirurgia o quello in cui si propenderà per non intervenire chirurgicamente. Con tutti gli elementi discriminanti di cui ho parlato nel precedente post, si prenderà la decisione terapeutica definitiva.

Cari saluti

Prof. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita