3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: tumore testa collo

tumore testa collo 5 Anni 4 Mesi fa #1742

  • laura24
  • Avatar di laura24
Gent.le Prof. ho mio padre che si è operato per un carcinoma alla mascella sinistra con svuotamento dei linfonodi del collo, ma l'intervento non è stato risolutivo ci sono anche delle metastasi al collo dovrebbe fare la radioterapia ma ci hanno detto che gli effetti collaterali sono pesanti quali cecità e impossibilità di deglutire. Mio padre non vuole fare la radioterapia tenero conto che ha 83 anni, può consigliarmi una terapia alternativa? Grazie siamo disperati
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

tumore testa collo 5 Anni 4 Mesi fa #1743

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 622
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Utente,

le informazioni che leggo sono piuttosto ridotte per poter fornire un parere esaustivo. Per quanto è trascritto direi innanzitutto che occorre valutare la possibilità di un reintervento in chirurgia. Se ciò non fosse possibile l'unica vera alternativa è purtroppo la radioterapia, eventualmente coadiuvata da un trattamento ipertermico che agirebbe in sinergia. Per rendere il trattamento radiante più tollerabile si potrebbe ipotizzare (e questo è compito del Radioterapista) un eventuale diverso frazionamento di dose da erogare, la sinergia con l'ipertermia ed una eventuale radiosensibilizzazione con chemioterapici a basso dosaggio. Una energica terapia coadiuvante di supporto e di immunomodulazione potrebbe aiutare nell' arginare la tossicità dei trattamenti specifici.

Cari saluti

Dr. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita