3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: adenocarcinoma pancreas

adenocarcinoma pancreas 5 Anni 9 Mesi fa #1656

  • ali
  • Avatar di ali
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Buongiorno Dottore, a mio padre di 64 anni è stato diagnosticato un adenocarcinoma papillare al pancreas stadio 4.
Essendo risultato dalla TAC di dimensioni notevoli ( 6.7 x 6.4 x 7 cm) hanno escluso la possibilità di un intervento chirurgico.
Hanno optato per un trattamento di chemioterapia aggressiva con cisplatino, epirubicina e gemcitabina.
A domicilio invece le hanno prescritto lo XELODA 500mg, 2 compresse al mattino e due alla sera tutti i giorni.
Volevo sapere da lei se la terapia usata può essere efficace per questo tipo di tumore, e se c'è una piccola speranza di far ridurre di dimensioni questo tumore, rendendolo poi operabile.
Grazie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: adenocarcinoma pancreas 5 Anni 9 Mesi fa #1657

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 623
  • Ringraziamenti ricevuti 87
  • Karma: 3
Gentile Utente,

la terapia prescritta appare idonea ed energica. Si potrebbe ulteriormente integrare con della ipertermia capacitiva profonda locoregionale a radiofrequenza con intento coadiuvante sinergico. Se macroscopicamente non vi è ad oggi evidenza di diffusione metastatica a distanza c'è sempre la possibilità che si riduca e che si possa andare a chirurgia.

Cari saluti ed un grande in bocca al lupo per tutto

Dr. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  Prenota visita