3319584817 - 3911216046
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

Tumore al collo 9 Anni 9 Mesi fa #1521

  • navitem
  • Avatar di navitem Autore della discussione
Salve Dottore, volevo sottoporle il caso di mio padre.
E' stato diagnosticato un tumore al collo, partito dalla tonsilla (carcinoma squamocellulare), non curato per mancanze accertate di alcuni medici, e giudicato ormai incurabile anche attraverso radio e chemio.
Preciso che una TC Total Body recentissima ha evidenziato l'assenza totale di metastasi. E' quindi presente soltanto il tumore primario che gli occupa tutta la gola.
Gli è stata operata una tracheostomia ed inserita una Petzer per la nutrizione.
A suo avviso è possibile, ed eventualmente consigliabile, l'ipertermia?

Grazie

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re: Tumore al collo 9 Anni 9 Mesi fa #1523

Gentile Utente,

rispondo anche qui avendo visto successivamente alla mia precedente risposta gli ulteriori elementi di questo post. Se la massa è voluminosa e non suscettibile di chirurgia e radioterapia a dosaggio pieno si potrebbe ipotizzare una combinazione di chemioterapia con radioterapia a dosaggio globale cauto (cosa questa comunque da sottoporre per l'approvazione ad un Collega radioterapista) coadiuvate da ipertermia capacitiva profonda locoregionale oncologica. Il tutto allo scopo sperabilmente di ridurre la massa (terapia neoadiuvante) e presentare la nuova condizione ad un nuovo videat chirurgico. Ogni azione è comunque subordinata alla tollerabilità previa valutazione delle condizioni generali, degli esami ematochimici, di tutta la documentazione clinica completa e di eventuali forme patologiche concomitanti.

Cari saluti

Dr. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.114 secondi
  Prenota visita