3319584817 - 3911216046
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

Glioblastoma 10 Anni 2 Settimane fa #1501

  • MattMastr
  • Avatar di MattMastr Autore della discussione
Salve,
scrivo per avere informazione sul trattamento del glioblastoma con l'ipertermia.
A mio padre di 56 anni è stato diagnosticato con biobsia alla fine di agosto un glioblastoma multifocala (reperti compatibili con glioblastoma secondario) inoperabili in quanto localizzati troppo in profondità del cervello.
Attualmente mio padre ha seguito un ciclo di radioterapia ipofrazionata in 6 sedute (terminata circa un mese fa) e solo da poco ha cominciato il primo ciclo di Tenodal.
Vorrei sapere se è possibile in questa situazione provare una ciclo di ipotermia compatibilmente con la qualità della vita di mio padre.

Matteo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re: Glioblastoma 10 Anni 2 Settimane fa #1502

Gentile Sig. Matteo,

il tipo di ipertermia indicata come coadiuvante per il glioblastoma è l'ipertermia capacitiva profonda a radiofrequenza. Le applicazioni possono essere utilmente impiegate senza impatto negativo sulla qualità di vita (anzi, generalmente migliorativo) in combinazione con chemioterapia (nel caso specifico temozolomide) e/o radioterapia.

Cari saluti

Dr. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.115 secondi
  Prenota visita