3319584817 - 3911216046
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

vorrei un parere 11 Anni 11 Mesi fa #1347

  • miriam
  • Avatar di miriam Autore della discussione
salve, le anticipo brevemente di cosa si tratta. Mio zio ha subito un intervento per adenocarcinoma gastrico durante il quale gli è stato asportato l'intero stomaco ed una parte di esofago. la diagnosi del medico post chirurgica è stata carcinosi peritoneale. l'intervento è avvenuto giovedì scorso presso l'ospedale di catanzaro, ma ancora non ci è stato detto come muoverci. sono al corrente di questa ipertermia, ma vorrei sapere se è ancora in tempo per sottoporsi a questa cura o può consigliarci come muoverci visto che il paziente ha solo 48 anni ed il chirurgo non ci ha dato grandi speranze? la ringrazio per l'attenzione.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re: vorrei un parere 11 Anni 11 Mesi fa #1349

Gentile Sig.ra Miriam,

da quanto leggo si tratta di una neoplasia della giunzione gastroesofagea con diffusione peritoneale. In primis suggerirei una TC total body con mdc ed una scintigrafia ossea (se non sono state eseguite in precedenza) per comprendere se la diffusione riguarda solo il peritoneo oppure anche altri distretti corporei. Sulla base delle risultanze istologiche e sulla base di quanto risulta dalle indagini strumentali è opportuno programmare un trattamento combinato di chemioterapia ed ipertermia. Trattandosi di una patologia comunque in una fase avanzata l'obiettivo è di migliorare la qualità di vita e sperabilmente prolungarla il più possibile.

un caro saluto

Dr. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.089 secondi
  Prenota visita