3319584817 - 3911216046
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

epatocarcinoma 11 Anni 9 Mesi fa #1345

  • Fiore
  • Avatar di Fiore Autore della discussione
Buonasera,

la mia mamma è affetta da epatite c e successivamente le è stato diagnosticato un epatocarcinoma trattato prima con termoablazione, poi con resezione epatica e da ultimo con chemioembolizzazione. Adesso, purtroppo, a 10 mesi dell’ultimo intervento pare abbia una lesione focale di 7cm con numerosi noduli circostanti. Non si può più intervenire a causa del livello di funzionalità epatica (Alb=2.7, Bil tot= 5.2, PT = 52%) la paziente è un CHIL B-9/C-10 (per bil, alb,PT e lieve ascite).

Lei creda che si possa fare ancora qualcosa?
Fiorella

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re: epatocarcinoma 11 Anni 9 Mesi fa #1346

Gentile Sig.ra Fiorella,

il dato principale da tenere in considerazione è il valore di bilirubina totale elevato (5.2). Con tale valore non è possibile pensare ad un trattamento chemioterapico. Si potrebbe pensare di impostare una energica terapia di supporto ed epatoprotettiva per verificare se i parametri ritornano a valori accettabili; tali da poter impiegare un trattamento chemioterapico combinato con ipertermia. Inoltre occorre valutare la condizione clinica generale.

Cari saluti

Dr. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.099 secondi
  Prenota visita