3319584817 - 3911216046
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO:

Re:TUMORE PANCREAS CON METASTASI 13 Anni 2 Mesi fa #657

  • celestron
  • Avatar di celestron Autore della discussione
Dottor Pastore, ho misurato proprio 5 minuti fà la febbre a mia madre ed è a 36.7, si è abbassata, e comunque si stava già abbassando molto prima di aver preso l'aulin, lei cosa pensa potrebbe essere quel tipo di febbre che in qualche modo và a stimolare le difese immunitarie?.
La ringrazio ancora per la disponibilità, se riesco porterò mia madre da lei per una visita.
Sa, sono molto combattuto, vorrei tanto che almeno l'escozul che stà prendendo faccio almeno qualche cosa di positivo, visto che sono iscritto in molti forum e vedo notizie positive in molti casi, mentre nel caso di mia madre, sembra che da quando l'assume tutto và sempre peggiorando. Baa, speriamo , salve dottor pastore, la ringrazio ancora.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re:TUMORE PANCREAS CON METASTASI 13 Anni 2 Mesi fa #658

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Caro Mirko,

l'andamento della febbre andrebbe valutato nei giorni senza l'assunzione di aulin od altri antinfiammatori che possano condizionarne il valore. Restano secondo me due le ipotesi più accreditate: 1. febbre infettiva 2. febbre di natura neoplastica. Di sicuro occorre tempestivamente mettere in campo una terapia oncologica specifica. Tutti speriamo che escozul faccia qualcosa; anche ammesso però che il preparato abbia una qualche efficacia verosimilmente non potrà essere efficace in ogni situazione patologica.

un caro saluto

Carlo Pastore

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re:TUMORE PANCREAS CON METASTASI 13 Anni 2 Mesi fa #662

  • celestron
  • Avatar di celestron Autore della discussione
Dottor Pastore, salve mia madre ( tumore pancreas operato a gennaio, ad ottobrei varie metastasi su fegato, polmone e stomaco, ), è da tempo che accusa dolori alla schiena (non ha fatto scintigrafia ossea, e non sappiamo se possano o meno essere metastasi alla schiena) , dapprima riusciva anche ad alzarsi dal letto e fare le normali faccende, ma da una settimana circa, non appena stà un po in piede accusa dolore, e deve rimettersi allungata al letto, con le gambe piegate, così dice i dolori diminuiscono molto. Prende da circa 10 giorni un cerotto ( durogesic da 50 mg), e a volte una pasticca di co-efferalgan. Ultimamente accusa anche nausee, generalmente le arrivano con l'avvicinarsi del pranzo, poi un pò le passano, per poi ritornare a volte la sera tardi ( prende a volte una pasticca di plasil, ma non sempre risulta efficace). Cosa mi consiglia, dovrei sotto sua indicazione recarmi a monza dal dottor Gramaglia, ma per il momento dato che mia madre si trova in queste condizioni non posso,vorrei cercare almeno di rimetterla in sesto un po. Per il momento da circa un mese assume l'escozul e vimang. Le chiedo come posso almeno placarle un pò i dolori e i fastidi del mal di schiena, e le nausee. Inoltre secondo lei questi fastidi, possono essere imputati unicamente alle metastasi, la cosa che mi sembra strana e che suppongo i dolori alla schiena dovrebbe averli bene o male sempre costanti, invece lei ha maggiori dolori se stà in piedi o seduta. La ringrazio per l'attenzione e la saluto cordialmente. Mirko

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re:TUMORE PANCREAS CON METASTASI 13 Anni 2 Mesi fa #664

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Caro Mirko,

la scintigrafia ossea sarebbe senza dubbio opportuna. Questo ancor di più in considerazione del fatto che il dolore aumenta stando in piedi o seduta. Io aumenterei a 75 microgrammi il Durogesic e somministrerei il Coefferalgan (che già assume saltuariamente) tre volte al giorno (ore 8 - 16 - 22). Per la nausea occorre visitarla per comprendere meglio la natura del problema. Di più non posso suggerire via web (non potendo visitare la paziente). Senza dubbio opportuno anche intraprendere l'ipertermia.

un caro saluto

Carlo Pastore

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re:TUMORE PANCREAS CON METASTASI 13 Anni 2 Mesi fa #672

  • celestron
  • Avatar di celestron Autore della discussione
Dottor pastore, ho fatto come mi ha detto, ho preso il durogesic da 75 mg, l'ho messo proprio stamani a mia madre, però il problema che ha in questo periodo, è la debolezza, la nausea, in pratica causa nausee costanti che aumentano generalmente verso l'ora di pranzo e di cena, mia madre mangia poco, a volte vomita. In alcuni momenti ha maggiore voglia di mangiare, poi appena arriva il momento di farlo le iniziano a venire le nausee, e pertanto mangia generalmente poco. Cosa potrei fare per farla rimettere un pò? Si sente molto debole.
Per le nausee stà prendendo il plasil, ma spesso non è efficace.
la ringrazio sempre per la sua disponibilità, le auguro un buon natale e la saluto cordialmente.
mirko

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re:TUMORE PANCREAS CON METASTASI 13 Anni 2 Mesi fa #673

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
Gentile Mirko,

impossibile via web impostare una terapia che si presenta molto articolata. Devo visitare la paziente ed accertarmi dei suoi parametri ematochimici. Suggerirei un pur breve ricovero qui a Roma presso la Clinica Villa Salaria dove potrei occuparmene strettamente od in alternativa presso una struttura sanitaria più vicina al domicilio.

un caro saluto con i migliori auguri per tutto

Carlo Pastore

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.095 secondi
  Prenota visita