3317612698 - 3319584817
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Questo forum è dedicato alle domande dei pazienti al dott. Pastore. La consultazione degli articoli è libera mentre per inserire le vostre domande è necessario effettuare la registrazione al sito. Vi preghiamo di usare pseudonimi nella registrazione evitando di riportare nelle domande, dati personali e/o sensibili che facciano risalire alla vostra identita o a quella dei pazienti non permettendoci di rispondervi nel rispetto della legge sulla privacy. Gli articoli verranno pubblicati solo dopo approvazione del moderatore. Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento

ARGOMENTO: info

info 4 Anni 9 Mesi fa #1221

  • antonio
  • Avatar di antonio
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 3
  • Karma: 0
Salve Dott. Pastore mio marito è affetto da adenocarcinoma polmonare con metastasi linfononali, è stato soppoposto a sei chemio a base di cisplatino e permetrexed (spero abbia detto bene), al termine c'era stata una regressione in termini volumetrici sia del nodulo polmon.che dei vari linfonodi,questo accadeva a fine luglio, dopo una pausa di circa due mesi la malattia era ritornata allo stato iniziale, quindi ha fatto tre chemio con texotene e ad oggi il risultato è che la malattia ha continuato a camminare, la tac dice:pressocchè invariato il nodulo polmonare mentre aumento volumetrico delle numerosissime linfoadenopatie a livello mediastinico, laterocervicale, ascellare destro,in più un nuovo linfonodo a zona celiaca. Penso che ci consiglieranno la biologica ma mio marito è negativo per egfr e io so che tale pillola non è indicata per questo tipo di tum. Lei cosa ne pensa? Io vorrei provare con il farmaco Crizotinib o xalkori associando l'ipertermia + termoablasione del nodulo polmonare + utilizzo del Cyber Knife per le metastasi linfonodali (sono tutte cose su cui mi sono documentata via internet in quanto l'oncologo che tiene in cura mio marito non mi trasmette fiducia) saluto cordialmente grazie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: info 4 Anni 9 Mesi fa #1222

  • carlopastore
  • Avatar di carlopastore
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 526
  • Ringraziamenti ricevuti 60
  • Karma: 2
Gentile Utente,

le informazioni fornite mi indicano trattarsi di una malattia sistemica diffusa notevolmente a livello linfonodale e verosimilmente in forma non ancora evidente macroscopicamente anche in altri distretti corporei. Per questo motivo non opterei per la termoablazione della nodulazione polmonare e neanche per il cyber-knife sui linfonodi. Occorre una terapia sistemica e che abbracci tutti i distretti corporei. L'impiego del crizotinib implica comunque una positività istologica per ALK. Il mio suggerimento terapeutico (posto che sarebbe senza dubbio opportuno restadiare la malattia oltre che con una TC total body + cranio con mdc anche con una scintigrafia ossea) sarebbe carboplatino + paclitaxel + bevacizumab + ipertermia (sia locoregionale profonda che total body), condizioni generali permettendo. Doserei inoltre la cromogranina A per verificare se è possibile abbinare octreotide alla terapia prescelta.

Un caro saluto,

Dr. Carlo Pastore, oncologo - www.ipertermiaitalia.it
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
The following user(s) said Thank You: antonio
Moderatori: carlopastore